Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Su

Vincenzo De Pretore – omaggio a Eduardo De Filippo

Sabato 13 dicembre | ore 20.30

Nel 30° anniversario della morte di Eduardo De Filippo, Sergio D’Angelo e Gennaro Imparato interpreteranno alcuni brani tratti dalla commedia “Vincenzo De Pretore” in omaggio al genio della drammaturgia contemporanea.

Il M° Pino Cava accompagnerà la lettura dei brani con la sua chitarra classica.

L’evento è organizzato in collaborazione con l’Associazione Culturale “Ivo Scaringi”

ingresso con consumazione

durata: 40′omaggio-De-Filippo

 

Vincenzo De Pretore

Stesura in prosa di un poemetto dello stesso Eduardo scritto nel 1948 e diventato una commedia rappresentata la prima volta nel 1957 e inserita dallo stesso autore nel gruppo di opere che ha chiamato Cantata dei giorni dispari.Vincenzo De Pretore è la storia di un ladruncolo napoletano, figlio di padre ignoto, che vive tra le miserie e alle tentazioni dei vicoli di Napoli. Ladro di professione, rasserenato dalla convinzione di avere ottenuto la benedizione a rubare da San Giuseppe, è tranquillo, si sente «raccomandato» dal Santo. In un “sogno” rivelatore, in seguito al fallimento di un colpo, Vincenzo si trova a dover giustificare al Signore in persona, le ragioni della sua vita votata al furto di destrezza. Le privazioni, gli stenti, la solitudine, l’abbandono e ogni altra forma di miseria civile e materiale, sono gli ingredienti del pasto amaro, della fame che induce De Pretore a scegliere il furto come strumento per affrancarsi dalla povertà. Nel dialogo con il Padreterno, De Pretore lo convincerà della sua buona fede, tanto da approvare la presenza in Paradiso di un ladro punito dalla legge terrena.