Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Su

SCRITTORI NEL TEMPO – A.G. Mancino presenta “La recita della storia”

Giovedì 12 marzo | ore 19

Terzo appuntamento della rassegna SCRITTORI NEL TEMPO con il critico e saggista cinematografico Anton Giulio Mancino, reduce del Premio Internazionale “Diego Fabbri” 2014, precedentemente assegnato al regista de “L’esorcista” William Friedkin.

Alla Luna di sabbia verrà presentato il saggio di cinema “La recita della storia. Il caso Moro nel cinema di Marco Bellocchio”. Un libro di sicuro interesse e mai banale, edito da Bietti nella collana cinematografica Heterotopia.

mancino

Il caso Moro è (sempre stato) un labirinto, nel quale ci si perde tra le pieghe di una variopinta letteratura dedicata: storiografica, politica, processuale, d’inchiesta, romanzesca, fantapolitica. Addirittura, fantascientifica. La “Moroteca di Babele” è utile agli spiegazionisti come ai dietrologi, ma continua a scontrarsi con l’impossibilità di arrivare a conclusioni certe.

Rileggere la carriera di Marco Bellocchio per ripercorrere la vicenda Moro, e utilizzare la vicenda Moro per rivedere la filmografia del regista: da “La macchina cinema” a “Gli occhi, la bocca”, da “Enrico IV” a “La visione del sabba”, fino a “Buongiorno, notte” e “Il regista di matrimoni”, Bellocchio ha sempre parlato (anche) del caso Moro, spiega l’autore.

Un libro che ha il pregio di spingere a rivedere sotto un’altra luce i film di Bellocchio (e basterebbe questo…), ma anche di avere nuovi strumenti per rileggere una delle pagine più importanti della storia recente italiana.