Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Su

Lello Gurrado

presenta “Fulmine”

Venerdì 19 febbraio | ore19

Ancora un nuovo appuntamento per SCRITTORI NEL TEMPO, la rassegna letteraria curata dal critico e saggista Vito Santoro, con il giornalista e scrittore Lello Gurrado per presentare il suo romanzo “Fulmine” edito dalla Marcos y Marcos.

arton65710

Viene al mondo in automobile, nel pieno di un furibondo temporale, e Fulmine è il nome che la sua mamma ragazza gli dà.
Cresce bello e forte sotto il sole di Puglia, a diciotto anni scalpita; vuole lavorare, partire, andare lontano.
Raccogliendo olive e pomodori scopre per la prima volta l’ingiustizia degli uomini; poi, in quel Nord che tanto sognava, vede un uomo cadere da un ponteggio senza protezione, vede persone malmenate a colpi di spranga perché hanno la pelle di un altro colore.
Altri magari girano la testa, oppure si indignano per cinque minuti e poi pensano ad altro.
Fulmine no, lui non ci sta: vuol dire no, vuol dire basta.
“Non posso stare bene se non faccio qualcosa per cambiare il mondo” confida nella notte alla sua dolce ragazza innamorata.
Invoca silenziosamente i suoi eroi: Nelson Mandela, Martin Luther King e Malcolm X. Gli spiegano che è sempre perdente, la battaglia di un uomo solo.
Chiama a raccolta il suo professore d’italiano, che gli aveva raccontato così bene gli errori della Storia: nella cucina del professor Santamaria nasce il piano invincibile, la protesta ‘violenta e pacifica’ che si propagherà a macchia d’olio e piegherà i potenti.
Segnando il suo destino.
Storia di un eroe di oggi: di un ragazzo coraggioso nato per combattere razzismo e ipocrisia.
A rischio del suo amore e della sua stessa vita.

Lello Gurrado è nato a Bari, è approdato a Milano da piccolo e ha fatto per molti anni il giornalista di quotidiani e periodici.  Colpito dai risvolti umani dei fatti di ogni tipo che gli passavano davanti agli occhi, ha voluto scriverne più a lungo, pubblicando libri di cronaca, cultura e storia (Mamma eroinaSe ho smesso ioSono un prete da marciapiedeGli sdrogatiSan Sirola Scala del calcio). Con il tempo, la fantasia ha preso il sopravvento, lanciandolo in imprese narrative spericolate: in Assassinio in libreria costringe Fred Vargas, Jeffery Deaver, Lucarelli e Camilleri a indagare in prima persona sulla morte misteriosa di una libraia; nella Scommessa rinchiude uno scrittore nella stessa cella con il suo critico più accanito; in Invertendo l’ordine dei fattori fa girare con grazia e più di un pizzico di follia la ruota della vita degli uomini. Con Fulmine torna in Puglia e riparte, con una storia in tasca e un sogno da non dimenticare.